L'Ordine dei Medici Veterinari cambia il suo indirizzo mail:
annota subito il nuovo indirizzo!!

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Da settembre 2019 non è più attivo il fax

 

Professione nel web

In questa sezione del sito verranno pubblicate notizie che riguardano diversi aspetti della vita professionale e che hanno trovato spazio nei diversi portali che si occupano di veterinaria. Speriamo così di dare un aiuto ai colleghi che vogliono restare informati. Per ogni notizia verrà riportata una breve introduzione e il link per arrivare alla notizia completa pubblicata sul portale d'origine

Illegale lo scambio di farmaci veterinari on line

DAL PORTALE ANMVI 01 OTTOBRE 2019

Vendere o scambiare farmaci veterinari con obbligo di ricetta è illegale. La legge italiana, precorritrice dei divieti introdotti di recente dal legislatore europeo, si confronta con l'assenza di confini propria del web e dei social. Ma con l'introduzione della ricetta elettronica, la soglia di attenzione sulla gestione del farmaco veterinario si è alzata. Il parere di Marco Melosi e di Maurizio Cini.

Continua a leggere

STP, soci professionisti: maggioranza di 2/3 sia per teste che per quote?

DAL PORTALE FNOVI -  02 OTTOBRE 2019

Nelle risposte agli Ordini in argomento la FNOVI si è pronunciata a favore della iscrizione nella sezione speciale dell’Albo, delle sole società tra professionisti in cui risulti una maggioranza dei 2/3 composta da medici veterinari sia riguardo al numero dei soci (maggioranza per teste) sia riguardo alle quote sociali (maggioranza per quote). 

Continua a leggere

Ancora dubbi sul microchip: la REV non è l'anagrafe canina

DAL PORTALE ANMVI - 2 OTTOBRE 2019

Il microchip dell'animale in cura non era un dato richiesto dal modello cartaceo e non lo è nemmeno da quello elettronico.

La REV (Ricetta Elettronica Veterinaria) non è un'anagrafe degli animali d'affezione, nè regionale nè nazionale. Che la procedura di emissione elettronica della ricetta veterinaria possa andare a buon fine anche in assenza del microchip dell'animale da compagnia in cura-  in particolare del cane-  è stata una precisa richiesta dell'ANMVI durante la sperimentazione della REV.  

Continua a leggere

Esame neurologico nei bovini: uso di un algoritmo – Partecipa all’indagine

Dal portale FNOVI - 06 Agosto 2019

La FNOVI ha aderito all'istanza rivoltagli dal Professor Antonio D'Angelo, in forza presso il Dipartimento di Scienze Veterinarie dell’Università degli Studi di Torino.

Il docente, impegnato quale relatore per una tesi di laurea dal titolo “Esame neurologico nei bovini: uso di un algoritmo”, ha chiesto aiuto per “verificare se lo strumento didattico proposto (algoritmo) è in grado di fornire informazioni sufficienti per una corretta localizzazione del problema neurologico da parte di studenti dell’ultimo anno del Corso di Laurea Magistrale in Medicina Veterinaria e di medici veterinari impegnati in ambiti lavorativi diversi (libera professione, medicina pubblica, ricerca/insegnamento, industria) e in specie diverse”.

Continua a leggere

Il Ministero della Salute indice concorso per 12 posti di dirigente sanitario veterinario

DAL PORTALE FNOVI 02 OTTOBRE 2019

Nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica – IV serie speciale – n. 77 del 27 settembre 2019 sano stati pubblicati i decreti direttoriali del 16 settembre 2019 con i quali sono stati indetti due concorsi, per titoli ed esami, uno dei quali afferisce alla copertura di 12 posti di dirigente sanitario veterinario ex dirigente delle professionalità sanitarie – disciplina “Sanità animale”, a tempo pieno e indeterminato, per le esigenze degli uffici centrali e periferici del Ministero della Salute.

Continua a leggere

FNOVI scrive al Vicesegretario Federazione Italiana Medici Medicina Generale

Dal portale FNOVI 02 Agosto 2019

Le dichiarazioni rese dal Vicesegretario Nazionale della Federazione italiana medici di medicina generale (Fimmg), Domenico Crisarà, in occasione dell’audizione in Commissione Affari sociali alla Camera in merito alle iniziative per contrastare il fenomeno dell’antibiotico-resistenza, hanno indotto la FNOVI a raggiungerlo con una nota recante opportune precisazioni.

In una nota a cura dell’agenzia Public Policy[1] si legge che lo stesso ha dichiarato che "L’antibiotico resistenza è un gravissimo problema in quanto la ricerca di nuovi antibiotici è abbastanza ferma e si sviluppano sempre più nuove resistenze che rendono difficile curare malattie fino a qualche anno fa banali. Il problema però non nasce per l’uso di antibiotici in cure umane ma soprattutto per l’uso di antibiotici in agricoltura e zootecnica, quattro volte superiore a quello dell’uso umano". Per poi concludere rilevando che "In Europa solo nel 2017 gli allevamenti tedeschi hanno utilizzato 1700 tonnellate di antibiotici, non solo per la cura di animali ma anche per ingrassare gli animali”.

Pronta la replica della FNOVI - Continua a  leggere

Amministrazione Trasparente