L'Ordine dei Medici Veterinari cambia il suo indirizzo mail:
annota subito il nuovo indirizzo!!

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Da settembre 2019 non è più attivo il fax

Chiusura segreteria per corso formativo personale  - 15 Novembre 2019

 

Informiamo i nostri iscritti che sono pervenute in data 19 Febbraio 2013 2 mail da parte della Regione Veneto per conto del Dott. Brichese :

Prima mail

"In relazione alla comunicazione dello scrivente servizio al Ministero della Salute, sotto riportata, con la presente SI ANTICIPA che il Ministero della Salute ha appena comunicato che è in via di formalizzazione una nota che conferma IL TERMINE DELL’OBBLIGO DI VACCINAZIONE ANTIRABBICA IN CANI E ANIMALI AL PASCOLO"

"In considerazione del fatto che a metà febbraio p.v. scadranno i 2 anni dall’ultimo focolaio di rabbia silvestre notificato in Italia, e che pertanto le Regioni Veneto, FVG e le P.A. di TN e BZ non saranno più “territori a rischio di contagio” di cui all’O.M. 10/02/12, la scrivente Regione ritiene di non dover più vaccinare contro la rabbia i cani di proprietà e gli animali da reddito destinati al pascolo nei territori a rischio del proprio territorio. Verranno pertanto impartite specifiche disposizioni in tal senso ai Servizi Veterinari della Regione Veneto, per dar loro modo di organizzarsi per tempo, in vista dell’imminente periodo di alpeggio." Per il dr. Michele Brichese Laura Favaro Unità di Progetto Veterinaria  - Area Sanità Animale REGIONE del VENETO

Seconda mail:

"Egregi colleghi,come anticipatovi poche ore fa, si invia in allegato la nota ministeriale che comunica ufficialmente l’uscita di Veneto, FVG e PA di TN e BZ dalle “zone a rischio rabbia”: pertanto, viene a cessare l’obbligo di vaccinazione antirabbica in cani e animali al pascolo in tutto il territorio regionale. PREGO DIFFONDERE QUANTO PIU’ POSSIBILE LA PRESENTE COMUNICAZIONE." Per il dr. Michele Brichese Laura Favero Unità di Progetto Veterinaria  - Area Sanità Animale REGIONE del VENETO


"Gentili colleghi vi invio la nota in oggetto con la quale sono state tolte le zone a rischio per rabbia in tutte le Regioni e Province autonome interessate dall’epidemia.Ringrazio tutti per la collaborazione prestata in questi anni, ed in particolare L’IZS delle Venezie e il suo Centro di referenza per la rabbia , che ha consentito di raggiungere questo importante risultato.In data odierna è stata messa in firma la nota che sarà inviata all’OIE nella quale l’Italia si auto dichiara libera da rabbia sull’intero territorio nazionale"  Andrea Maroni Ponti  Direzione Generale della sanità animale e del farmaco veterinario-ufficio II

 

In allegato la nota ministeriale citata

 

Allegati:
Scarica questo file (revoca-zonerischio.pdf)revoca-zonerischio.pdf[ ]113 kB

Login

Inserisci username e password per accedere alle risorse riservate

Amministrazione Trasparente